You are here: Home

Verdicchio di Matelica riserva Jera 2010 di Borgo Paglianetto

Interessante l’abbinamento ad alcuni piatti del menù proposto in questo mese  e che ne esaltano il gusto armonico.Un vino con grandi potenzialità d'invecchiamento, sostenuto dalla buona acidità tipica del vitigno.....

 

 

Leggi tutto...

Al prossimo Anno!

Il Ritorno delle mani amiche, la festa della grande cucina italiana e della solidarietà: Festa a Vico 2015 è stata tutto questo.

L’evento in cui i più grandi Chef dell’intera penisola hanno voluto esserci, con le proprie mani e il proprio cuore, per portare un messaggio di amicizia e professionalità e, ovviamente, i loro grandi piatti.

Una festa che raccoglie l’energia e la passione dei grandi, ma anche dei giovani, degli artigiani e dei contadini.

Tre giorni che hanno visto vivere la città in ogni suo scorcio con la collaborazione e il coinvolgimento di tutti: imprenditori, chef e popolazione, come anche di turisti e passanti che si sono lasciati avvolgere da questa atmosfera unica di fronte ad un paesaggio da urlo.

Domenica 7 La Repubblica del Cibo per le vie del centro di Vico Equense ha dato il via alla 3 giorni: oltre 140 tra Chef, pizzaioli e pasticceri hanno cucinato nelle vie della città, all’interno dei cortili e nei negozi di ogni genere.

Perché alla Repubblica del cibo può capitare di trovarsi nel cortile di una casa circondato da agrumi e giovani chef intenti a preparare i loro piatti e di entrare in un negozio di abbigliamento per assaggiare sfogliatelle e babà dei migliori pasticceri campani.

E come ogni Repubblica, anche quella del Cibo è fatta di persone che parlano e si incontrano, ma con un piatto ed un bicchiere in mano, per assaggiare insieme, scambiarsi pareri, saluti ed abbracci tra un boccone e l’altro. Uno scambio energico e profondamente democratico!

 

 

Arte, cultura e natura sono stati il filo conduttore della giornata di lunedì: dal pic nic nella lussuosa Villa di Capo Santa Fortunata, tra cielo e mare dove il tempo è scivolato via tra passeggiate sull’ erba, risate, le pizze dei maestri pizzaioli e l’assaggio di alcuni prodotti simbolo dell’enogastronomia italiana, alla grande cena di gala. La cena in cui ha trionfato il grande cuore di tutti i partecipanti, accorsi più numerosi di ogni aspettativa, che hanno accolto l’invito di Gennaro nella suggestiva cornice del Castello Giusso per trascorrere una serata con i piatti dei migliori autori della cucina italiana ma non solo: Karl Baumgartner, Pino Cuttaia, Nino Di Costanzo, Tomaz Kavcic, Valentino Marcattilii, Riccardo Monco, Alessandro Negrini e Fabio Pisani, Pier Giorgio Parini, Valeria Piccini, Paolo Rota per Chicco Cerea, Claudio Sadler, Simone Sangiorgi per Andrea Berton, Takayoshi Shiozawa, Davide Scabin, Sandro Serva, Gennaro Esposito, Francesco Bracali, Salvatore Tassa.

 

 

Martedì 9 è stato il grande giorno, il più intenso, vissuto in ogni momento della giornata. Chef, giornalisti, produttori, imprenditori, hanno trascorso insieme tutti i momenti della giornata: dalla prima colazione in terrazza coccolati da pastiere, croissants e grandi lievitati, seguita dalla conferenza stampa, fino a notte fonda.

Il pranzo di martedì 9 alla Torre del Saracino è stato sicuramente il cuore intimo di Festa a Vico 2015. Un menu di 14 portate firmate dalle grandi promesse della cucina italiana: Giuliano Baldessari, Eugenio Boer, Riccardo Camanini, Rocco De Santis, Leonardo Lacatena, Luigi Lionetti, Mirko Martelli, Lina Martone, Emanuele Mazzella, Cristian Torsiello, Francesca Sgandurra, Oliver Piras, Simone Nardone, Federico Zanasi.

In mattinata il Premio Molino Caputo 2015 è andato assegnato alla giornalista Licia Granello e Mario De Gennaro artigiano caseario per la grande passione e professionalità con la quale svolgono il loro lavoro.

 

 

E con le luci del tramonto si è dato il via alla Notte delle Stelle.

Oltre 120 Chef e i migliori pizzaioli hanno nutrito ed animato il lungomare della Marina d’Aequa con piatti d’autore che ad ogni passo accompagnavano su e giù per lo stivale con intrusioni nelle cucine di tutto il mondo.

La serata si è conclusa con la Dessert Storm e le dolci creazioni dei Maestri indiscussi della Pasticceria Campana e i Pastry Chef di alcuni dei ristoranti più rinomati d’Italia.

Festa a Vico 2015 sarà ricordata per la festa dei numeri e del buon cuore. In soli 3 giorni di manifestazione sono stati raccolti oltre 140.000 € devoluti a favore dell’Ospedale Santobono, dell’Associazione per la lotta ai Tumori al seno e la Caritas di Vico Equense. Una raccolta sostanziosa resa possibile dalla generosità di animo di quanti hanno partecipato alle cene e di tutti gli Chef che come sempre hanno prestato la propria passione e professionalità in forma gratuita.

La Festa in cui gli amici di sempre si sono ritrovati, nuove amicizie sono nate e altre mani si sono aggiunte per sostenere un progetto che sta diventando sempre più grande.

Perché, se questa zona d’italia ne è diventata il simbolo nel mondo, un motivo c’è ed è nel calore delle mani che hanno creato questo appuntamento.

La Festa tornerà come sempre a giugno 2016.

 

WWW.FESTAVICO.COM

 

 

 

 

Ci risiamo - Ritorna Festa a Vico!

Non offriremo un tributo all'edonismo gastronomico imperante, nè faremo l'ennesima apologia dell'amicizia e della dignità del lavoro, e non esporremo nemmeno i "santini" delle vocazioni dei santi allevatori e coltivatori. Diremo molto più concretamente e semplicemente che nei piatti ci sono pezzi di storie di vita, che parlano il linguaggio del quotidiano, una composta di gesti e di stati d'animo che poco hanno a che fare con tutte le retoriche che svolazzano intorno all'agro - alimentare. E poichè si tratta di una festa ci piace pensarla come un bus con decine di autisti e centinaia di passeggeri che invadono spiagge, piazze e vicoli di questo tratto di Costiera Sorrentina. Il ritorno alle origini è evidente anche in altri segnali: la durata, compressa in tre giorni, e la centralità dell'incontro rispetto alle dotte disquisizioni sulle tematiche aziendali o le prospettive di sviluppo o le previsioni sui percorsi della ristorazione italiana. Venite dunque, se non ci siete mai stati, o tornate, se già ci conoscete, perchè le mani amiche sono quelle che ci stringeremo il 7 - 8- 9 Giugno alla Marina di Seiano a Vico Equense.


 

Per info consultate il sito www.festavico.com

oppure scrivete a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

 

 

Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale

I ristoranti stellati Michelin per la Settimana Mondiale ONU della Sicurezza Stradale

- dal 4 al 10 maggio 2015 -

Quest'anno, in occasione della Settimana Mondiale della Sicurezza Stradale indetta dall'ONU, dal 4 al 10 maggio, Michelin ha chiesto agli chef due e tre stelle di entrare in gioco, in un campo che solo apparentemente sembra distante dal loro, per dimostrare, in modo personale e originale, che viaggiare in sicurezza e buona cucina si conciliano.


Queste le nostre proposte di menù diversamente strutturate in base alla lunghezza prevista del viaggio:

Menu (percorso breve 300 Km)

- Alici alla tortiera
- Variazione di legumi in primavera
- Triglia in umido con gnocchi di bietola e caprino
- Risotto al limone con ricciola marinata e aglio novello
- Candele con trippette di baccalà e carciofi arrostiti
- Crudo e cotto di pescato del giorno con la sua emulsione al profumo di limone
- Crostatina étoile al limone e pistacchio

 

Menu (percorso lungo 600 Km)

Alici alla tortiera
- Variazione di legumi in primavera
- Candele con trippette di baccalà e carciofi arrostiti
- Crudo e cotto di pescato del giorno con la sua emulsione al profumo di limone
- Crostatina étoile al limone e pistacchio

 

Per info scrivete a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Risotto con fichi secchi del Cilento, pesto al basilico e baccalà confit

In questo piatto i sapori del mare incontrano ancora una volta quelli della terra. I fichi bianchi del Cilento DOP la cui polpa é di consistenza tipicamente pastosa, dal gusto dolce, di colore giallo ambrato, con acheni prevalentemente vuoti...

Leggi tutto...

Fiano di Avellino Vigna della Congrecazione 2009 Villa Diamante

E’ veramente notevole che in una piccola area dell’Irpinia abbiano 3 vini che si fregiano della D.O.C.G. e sono: Taurasi, Greco du Tufo e Fiano di Avellino.......

 

 

Leggi tutto...

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL

Contact us

TORRE DEL SARACINO
Ristorante

 

  • Indirizzo: Via Torretta, 9
    80069 Vico Equense (Na) Italy
  • Telefono: +39.081.8028555
  • Fax: +39.081.19318398
  • Email: info@torredelsaracino.it

Info

Orario di apertura

 

Pranzo: 12:45 - 14:30

Cena: 19:45 - 22:30

Chiusura: Domenica sera e lunedi

Parcheggi: Diversi nelle immediate vicinanze